Venezia-Montecarlo, un’onda di passione lunga 26 anni

Reading Time: 3 minutes

Venezia-Montecarlo , la manifestazione di motonautica, regina del mare, nata nel 1990 a opera del Circolo Motonautico Veneziano e dello Yacht Club de Monaco su iniziativa di un gruppo di appassionati, compie quest’anno il 26° anno di vita, e arriva alla sua IX^ edizione.

La Venezia-Montecarlo è una grande gara di altura a tappe, sull’esempio del Giro d’Inghilterra. Una formula per coinvolgere i cantieri a partecipare con barche di serie e sostenere la blue economy.

La ripartenza della Venezia-Montecarlo si mette al servizio del sistema Paese che guarda al mare, promuovendo tutte le istituzioni e le aziende che guardano alla nautica, per contribuire allo sviluppo dell’economia del mare, potenziando la comunicazione sulle specificità culturali dei territori attraversati.

La gara, dopo uno stop nel 1993, venne ceduta dalla Serenissima Iniziative Sportive alla CEFID MULTIMEDIA. Il presidente sin dal 1995, Fiorella de Septis, ha dato un nuovo impulso all’evento, inserendo negli anni alcune novità.

La Venezia-Montecarlo è iniziativa simbolo della sinergia tra le diverse Istituzioni politico economiche e sportive coinvolte: il Coni, la Federazione Italiana di Motonautica, la    Federazione Motonautica Monegasca, la UIM (Union Internationale Motonatique), la Lega Navale, i Cantieri, gli Enti locali, le Organizzazioni economiche, lo Stato Maggiore Marina Militare, il Comando Generale Guardia Costiera Capitanerie di Porto, la Guardia di Finanza, le Autorità Portuali; oltre a operare sotto il Patrocinio di Expo 2015 e proiettandosi verso DUBAI 2020.

La più famosa gara di motonautica d’altura del Mediterraneo ritorna dopo il successo della passata edizione che ha visto il prototipo del cantiere Power Marine di Oscar Corbelli – Flotta Italia -, piazzarsi sul gradino più alto del podio. La competizione partirà il primo luglio dalla città lagunare per concludersi il 10 dello stesso mese nel Principato di Monaco dopo aver circumnavigato tutto lo stivale.

​Il regolamento della Venezia-Montecarlo, alla cui redazione ha contribuito il direttore sportivo Marco Sala, sostiene ancor più il diporto, pur non mortificando i prototipi né la classe sport.

Riconfermata e coinvolgente l’idea della presenza in gara di barche riunite sotto la bandiera di “Flotta Italia”.

Anche quest’anno, la storica Venezia-Montecarlo sarà un banco di prova per testare le qualità delle imbarcazioni, l’affidabilità dei motori e le capacità dei piloti: un grande ritorno d’immagine per i team partecipanti e le case produttrici. Una grande festa del mare.

Appuntamento per la nona  edizione a  luglio 2016

La manifestazione sportiva lo scorso anno è stata  un vero e proprio catalizzatore per altri elementi vitali del Paese e ha coinvolto i territori (Regioni e Comuni), fare da raccordo con EXPO 2015 promuovendo le eccellenze eno-gastronomiche italiane nei territori e nei Comuni interessati dalla gara.

Per questa edizione 2016 prosegue invece l’elemento di raccordo con Dubai 2020, inoltre rilanciare lo sport nautico e la sua industria in ambito nazionale e internazionale.

Intanto la Venezia Montecarlo 2016 può annunciare la prima pre-iscrizione: lo Chaudron 45 G Edition Specially made for Fabrizio Giugiaro, un 45 piedi dei cantieri Chaudron Powerboats di Malta, realizzato dal pluricampione del mondo nonchè campione in carica CAMPIONATO UIM Classe V1 Aaron Ciantar, presentato in anteprima mondiale proprio allo stand della Venezia Montecarlo a Cannes, da Charles e Aaron Ciantar e Fabrizio Giugiaro.

 

 

Nota – Questo è un comunicato che viene riportato integralmente come contributo esterno. Il contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione


Live in Venice-mi-piace

 Live in Venice seguici-su-twitter

 


Scelti per VOI:

 

 

Dicci la tua

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Translate »