Il mondo che non c’era. L’arte precolombiana nella Collezione Ligabue

Reading Time: 2 minutes

Resterà aperta fino al 30 di giugno all’Istitituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti la mostra “Il mondo che non c’era. L’arte precolombiana nella Collezione Ligabue”.

Si tratta di un esposizione dedicata alle tante e diverse civiltà e all’arte precolombiana che avevano prosperato per migliaia di anni nel continente americano prima dell’incontro con gli Europei.

Liveinvenice-Live-in-venice-Liveinveneto-Live-in-Veneto-News

Promossa dalla Fondazione Giancarlo Ligabue, patrocinata dal Comune di Venezia e dalla Regione Veneto, l’esposizione racconta le antiche culture della cosiddetta Mesoamerica (gran parte del Messico, Guatemala, Belize, una parte dell’Honduras e del Salvador), il territorio di Panama, le Ande (Colombia, Ecuador, Perù e Bolivia, no a Cile e Argentina): dalla cultura Chavin a Tiahuanaco e Moche, fino agli Inca.

Prezzo: EUR 39,16
Da: EUR 89,00

Curata da Jacques Blazy e André Delpuech, l’esposizione raccoglie oltre 150 oggetti, per la prima volta esposti al pubblico: dalle rarissime maschere in pietra di Teotihucan*, la più grande città della Mesoamerica, primo vero centro urbano del Messico Centrale, ai vasi Maya d’epoca classica preziose fonti d’informazione, con le loro decorazioni e iscrizioni, sulla civiltà e la scrittura di questa popolazione; dalle statuette antropomorfe della cultura Olmeca*, che tanto affascinarono anche i pittori Diego Rivera*, la moglie Frida Kahlo* e diversi artisti surrealisti alle sculture Mezcala* tanto enigmatiche nella loro semplicità quanto misteriose nelle origini.

E poi, sempre dal Messico, statuette policrome di ceramica cava della cultura di Chupicuaro, il cui apogeo si situa tra il 400 e il 100 a.C. – notevole esemplare in mostra la Grande Venere con la mani congiunte sul ventre – urne cinerarie (dal 200 a.C. al 200 d.C.) della cultura Zapoteca con effige spesso antropomorfa, sculture Azteche, esempi pregevoli delle Veneri ecuadoriane di Valdivia (la prima ceramica prodotta in SudAmerica nel III millennio a.C.), oggetti Inca, tessuti e vasi della regione di Nazca*, manufatti dell’affascinante cultura Moche, oggetti in oro.

Per informazioni: ivsla@istitutoveneto.it

Pubblicato il: 6 aprile 2018

 

Nota – Questo è un comunicato che viene riportato integralmente come contributo esterno. Il contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione

Voi che ne pensate? Se l’argomento vi piace, lasciate un commento qui a fondo pagina e anche un mi piace o condividete questa notizia. E non dimenticate di iscrivervi al canale e di seguirci su www.liveinvenice.it
NB: i link con l’asterisco (se presenti), si riferiscono a prodotti suggeriti, riconducibili ad Amazon; partner di Liveinvenice.it


live-in-venice-facebooklive-in-venice-twitterlive-in-venice-youtubelive-in-venice-instagramlive-in-venice-google-plus

Scelti per VOI:


SFC Company parla al cuore dei tuoi clienti con i video Emozionali professionali

www.sfc.company

Scopri tutte le offerte di Natale solo con Liveinvenice.it
Scopri tutti gli sconti sull'abbigliamento e le nuove tendenze
Tutte le migliori offerte dill'Hi-Tech e le nuove tendenze
Tour in Gondola con serenata solo con Liveinvenice.it

Booking.com

Dicci la tua

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: