Cinemoving torna sotto casa con 74 serate tra laguna e terraferma

Presentata la terza edizione di Cinemoving: il cinema torna sotto casa con 74 serate tra laguna e terraferma.

Cinemoving ritorna e anzi, rilancia. E’ stata presentata stamattina al centro culturale Candiani la rassegna cinematografica che, dall’11 luglio al 18 settembre, interesserà tutti i quartieri della città, dalle isole, al centro storico, alla terraferma.

❤️LASCIA UN LIKE E CONDIVIDI SE L’ARTICOLO TI E’ PIACIUTO! ❤️

Liveinvenice-Live-in-venice-Liveinveneto-Live-in-Veneto-News

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore alla Coesione sociale, Simone Venturini, l’assessore al Turismo, Paola Mar, il dirigente del Settore Cultura del Comune, Michele Casarin, e il responsabile del Servizio Nicola Callegaro.

Il progetto si pone l’obiettivo di portare il grande schermo (la “macchina dei sogni”) vicino alle case dei residenti, e lo fa raddoppiando il programma proponendo 74 serate, partendo da Mestre, Favaro Veneto, Dese, Malcontenta, Campalto, Chirignago, Zelarino, Gazzera per poi raggiungere anche i sestieri di Venezia, il Lido e Pellestrina.

Quest’anno, poi, Cinemoving coinvolgerà anche Murano e Burano.

Tra gli appuntamenti clou anche il cinema all’aperto di campo San Polo: 17 le proiezioni, dal 14 al 30 agosto.

“Torniamo con Cinemoving, che tanto successo ha avuto nelle passate edizioni – ha dichiarato l’assessore al Turismo, Paola Mar -.

Come sempre ci saranno eventi diffusi in tutta la città, tra cui 40 serate in terraferma e 34 in centro storico e isole.

Si tratta di un investimento importante per permettere ai cittadini di stare insieme, perché la cultura è soprattutto questo, socialità. Del resto ce n’è per tutti i gusti, dai lungometraggi per bambini alle commedie, dalle pellicole leggere a quelle che trattano temi più seri, come il superamento delle difficoltà.

Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato a questo progetto, è il frutto di una coesione e di un impegno fuori dal comune di chi si trova in prima linea e di chi magari opera dietro le quinte. Di certo il fatto che la rassegna si sia allargata vuol dire che ha incontrato i gusti dei cittadini”.

Scarica il programma

Parole condivise dall’assessore Simone Venturini. “Questa iniziativa è nata in maniera quasi estemporanea ed era legata alla voglia di riscatto di alcuni quartieri dopo le importanti retate che hanno portato poi alla liberazione di via Piave un paio di anni fa.

Ricordiamo tutti l’Era Glaciale proiettata sul sagrato della chiesa del quartiere. Da quell’esperienza l’Amministrazione ha deciso di crederci e di svilupparla, arrivando ora a proporre una settantina di proiezioni in tutta la città, nella consapevolezza che quest’anno molte persone non andranno in ferie.

Offriamo così un momento di svago, dopo i mesi che ci siamo appena lasciati alle spalle.

Cinemoving, però, è una tessera di un mosaico ben più ampio di eventi estivi cittadini organizzati dal Comune in collaborazione con diverse associazioni del territorio.

E’ un motore che ha messo in moto a cascata altri motori per donare al territorio vivacità e vitalità. Non si tratta solo di film – ha continuato l’assessore -.

Vogliamo dare un segnale di cura e di coesione sociale della città, lenendo magari alcune ferite che si sono aperte con il lockdown. Il palinsesto estivo di eventi che la città propone vuole essere attrattivo anche per la gente che abita nel territorio metropolitano, e anche oltre, aiutando così i nostri commercianti.

Riaccendiamo i nostri quartieri con una nuova luce, quella del cinema, – ha concluso – anche così ci prendiamo cura della nostra città”.

La formula è simile agli anni scorsi, senza però la possibilità (causa prescrizioni anti Covid-19) di portarsi la sedia da casa. Ogni sera un furgone attrezzato con schermo, proiettore e 99 sedie (in campo San Polo saranno 200) per regalare film che spazieranno in vari generi.

I posti, naturalmente, saranno assegnati e distanziati uno dall’altro.

L’accesso all’area degli spettacoli sarà gratuito e garantito sempre con mascherina e potrà essere richiesta la misurazione della temperatura.

“Siamo soddisfatti dello spazio che questa città sta dando al cinema – hanno dichiarato Michele Casarin e Nicola Callegaro – anche perché il settore è in grande crisi.

Il marchio Cinemoving è registrato e molte altre città ci hanno contattato per chiederci informazioni, è il segno che è una proposta che interessa a molti. Quest’anno la kermesse toccherà luoghi nuovi, rispettando tutte le prescrizioni sanitarie”.

Per ricevere il programma aggiornato, e per ogni eventuale modifica al calendario, è possibile inviare un messaggio whatsapp al numero 3427611875 con nome e cognome seguito dalla scritta Cinemoving.

Cinemoving quest’anno rientra nel progetto cofinanziato dall’Unione Europea – FondoSociale Europeo, nell’ambito del Programma Operativo Città Metropolitane.

Ulteriori dettagli sul sito di Cultura Venezia.

Pubblicato l’ 11 luglio 2020

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sfc.company.

❤️LASCIA UN LIKE E CONDIVIDI SE L’ARTICOLO TI E’ PIACIUTO! ❤️

Voi che ne pensate? Se l’argomento vi piace, lasciate un commento qui a fondo pagina e anche un mi piace o condividete questa notizia. E non dimenticate di iscrivervi al canale e di seguirci su www.liveinvenice.it
NB: i link evidenziati e con l’asterisco (se presenti), si riferiscono a prodotti suggeriti, riconducibili ad Amazon; partner di Liveinvenice.it


live-in-venice-facebooklive-in-venice-twitterlive-in-venice-youtubelive-in-venice-instagramlive-in-venice-google-plus

Scelti per VOI:


www.sfc.company

Tour in Gondola con serenata solo con Liveinvenice.it
Tutte le migliori offerte dill'Hi-Tech e le nuove tendenze

Booking.com

Fai la spesa direttamente da casa tua

[instagram-feed]
Dicci la tua
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: