La App di AVM che serve a pagare il parcheggio dell’auto

Reading Time: 2 minutes

Da qualche giorno la “AVM Venezia Official App”, l’applicazione bilingue per strumenti “mobile” sul trasporto pubblico locale, lanciata a fine 2015, si arricchisce di due nuove funzioni

Con Avm App si potrà calcolare il percorso (Trip Planner) e il pagare della sosta sulle strisce blu di Mestre, Marghera e Lido.

Liveinvenice-Live-in-venice-Liveinveneto-Live-in-Veneto-NewsQuesti strumenti, scaricabili gratuitamente da Google Play e Apple Store e dunque utilizzabili sia su Android che Ios, si vanno ad aggiungere a quelli base già previsti finora, ossia la ricerca di fermate e orari, l’accesso alle news e alle informazioni relative alle linee e l’acquisto dei principali titoli di viaggio, da effettuarsi con carta di credito o con un “borsellino elettronico”.

L’implementazione dell’app è stata spiegata alla quale sono intervenuti il consigliere delegato del sindaco all’Innovazione e Smart City, Luca Battistella. L’assessore comunale alla Mobilità e Trasporti, Renato Boraso. E il direttore generale del Gruppo AVM, Giovanni Seno.

I due “tool” sono stati aggiunti per rispondere alle richieste degli utilizzatori.

Visto appunto il riscontro di pubblico che la app ha riscosso dal suo lancio ad oggi, con oltre 700mila euro di ricavi in titoli di viaggio e 130 download.

Riferendosi in particolare alla prima novità, il delegato Battistella ha commentato che “Non si tratta solo di una tecnologia che serve per pagare in modo più spedito i servizi legati ai trasporti. Ma anche di un mezzo per diffondere la conoscenza del sistema di mobilità. Che è di per sé complesso, perché articolata è la nostra realtà urbana”.

E sulla seconda nuova funzione ha aggiunto. “E’ fondamentale legarla anche all’aspetto della responsabilità dell’utente. Che finalmente si ritrova a pagare l’effettivo consumo. Potendo, via smartphone, allungare o accorciare la permanenza sulle strisce blu, senza incorrere in sanzioni”.

La app nasce predisposta per lo Smart parking, che consentirà di monitorare le soste sulle strisce blu attraverso un sistema di sensori collegato ai parcometri e agli ausiliari del traffico, i quali, da palmare, potranno avere la situazione sempre sotto controllo.

Pubblicato il: 26 ottobre 2017

 

Nota – Questo è un comunicato che viene riportato integralmente come contributo esterno. Il contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione

Voi che ne pensate? Se l’argomento vi piace, lasciate un commento qui a fondo pagina e anche un mi piace o condividete questa notizia. E non dimenticate di iscrivervi al canale e di seguirci su www.liveinvenice.it


live-in-venice-facebooklive-in-venice-twitterlive-in-venice-youtubelive-in-venice-instagramlive-in-venice-google-plus

Scelti per VOI:


Tutte le migliori offerte dill'Hi-Tech e le nuove tendenze
Tour in Gondola con serenata solo con Liveinvenice.it

www.sfc.company

Meno di un caffè

Booking.com

 

 

Dicci la tua

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: